Visita il nostro archivio

Le campagne Pay-per-click (PPC) su Google sono sempre più utilizzate come     strumento di brand awarness, per veicolare traffico sul sito e per spingere gli utenti a compiere delle azioni, come per esempio le prenotazioni dirette (on line e telefoniche). Nel mercato alberghiero l’utilizzo di questo strumento è utile sopratutto per contrastare le OTA e i costi di intermediazione, e quando possibile, per diminuire il costo di acquisizione del cliente. In questo post cercheremo di fornire qualche nozione di base sullo strumento e spiegare alcune delle principali caratteristiche.

Diamo intanto una definizione di PPC: pubblicità online in cui (l’inserzionista) paga per il traffico su un sito web per click (visitatore) . Per ogni click del tuo annuncio PPC, un visitatore raggiunge il sito. (Google AdWords ovviamente è il più noto e utilizzato strumento PPC).

Gli annunci pubblicitari, per specifiche keywords acquistate o che l’algoritmo di Google considera “simili” a quelle stabilite, vengono visualizzati al di sopra del posizionamento organico e nel colonnino di sinistra.

Per ogni keyword di ricerca, nei risultati di Google, c’è spazio fino a 10 annunci AdWords. Ciò significa che 10 dei vostri “concorrenti” hanno la possibilità di essere sulla prima pagina di Google; è ovvio che presidiare  la prima pagina dei risultati di ricerca non è cosi semplice e spesso può essere molto oneroso.

Google AdWords è un ottimo strumento per la visibilità di brand, infatti l’esposizione del marchio è sostanzialmente gratis, perché gli inserzinisti pagano solo per il visitatore (click) e non per la visione di ciascuno degli annunci. Un utente può vedere il vostro sito grazie ad un annuncio, non prenotare in quel momento, ma ritornare sul sito il giorno dopo, da altri dispositivi e in altri momenti per poi scegliere il soggiorno.

Le campagne di Google Adwords sono localizzabili, (scelta del paese in cui far visualizzare gli annunci), oppure possiamo scegliere in quale orario o in quale giorno della settimana far visualizzare gli annunci (ovviamente dopo un accurato monitoraggio di qualche mese).  Google AdWords, inoltre, è una piattaforma di advertising estremamente flessibile ed infatti i permette di impostare un budget giornaliero che, una volta esaurito, impedisce di incorrere in ulteriori spese.

E’ fondamentale analizzare e monitorare i dati statistici che il pannello di Google Adwords mette a disposizione valutando così  le tipologie di campagne e gruppi di annunci che andiamo a proprorre al pubblico e i loro settings, sia per aumentare il traffico sul sito, sia per cercare di portare più prenotazioni. L’ultima peculiarità principale di questo strumento, infatti, è la possibilità di verificare e tracciare le conversioni che sono state portate dal click sull’annuncio. Il sistema traccia il percorso che l’utente fa dal click dell’annuncio fino alla conclusione della prenotazione sul Booking Engine e rileva nel pannello di gestione il valore economico relativo a quella prenotazione. Google Adwords, in queste statistiche è abbastanza accurato, ma consigliamo sempre di verificare , l’andamento delle prenotazioni direttamente dal back office del sistema di prenotazione.

Nei prossimi post e nei prossimi mesi, parleremo ancora di Google Adwords e delle sue molteplici caratteristiche, funzionalità e evoluzioni. Keep in Touch!

Autore:
Cristina Raso  Twitter Account