Visita il nostro archivio

Apre la sessione del 21 Febbraio del SES London Marty Weintraub con un intervento dal titolo Optimising Humans! The Art of Data-Driven Social Marketing. 

foto-300x224

Marty offre spunti per migliorare l’utilizzo dei dati che si possono raccogliere grazie ai social network, in primis capire l’identikit e gli interessi degli utenti on line. Gli amanti di Rolex e di Porsche potrebbero essere amanti anche di un hotel 5 stelle a Roma? Potrebbero essere un target più redditizi? Da provare tutto su Facebook grazie alle Ads e alle sue capacità di targetizzazione. Come e dove sono le persone che parlano del tuo brand o argomenti che si riferiscono ad esso?

Marty ha fatto molti esempi sulla targetizzazione che offre Facebook Ads grazie al quale è possibile infatti definire le caratteristiche dei destinatari dell’inserzione, stabilendo filtri demografici e psicografici (interessi) basati sui dati degli iscritti indicati sui loro profili. I parametri tra cui scegliere sono numerosi e permettono una notevole profondità nella targetizzazione che stimolano inserzioni molto differenti tra loro e che possano andare a colpire target prima inesplorati. Grazie a Facebook e al tempo che vi si può dedicare è possibile fare ricerche sui nostri clienti e prospect. Nel centro assistenza di Facebook http://goo.gl/Et60I vengono spiegate in modo diffuso tutte le indicazioni per capire al meglio come impostare la propria campagna.

Marty ci ricorda anche quanto la reputazione on line per i brand è sempre più importante (Blastness su questo tema offre un modulo che monitora il brand on line grazie all’analisi semantica dei contenuti: chiedete di We-B). Marty parla diffusamente del ruolo del community manager e di come questa figura debba essere sempre di più utilizzata come due facce della stessa medaglia. Il community manager se con il suo ruolo aziendale cattura amici per profitto con il profilo personale riesce a programmare attività e tattiche per la raccolta di amici da portare verso la fan page aziendale e per creare scambio di link e condivisioni su amici e pagine autorevoli cercando di aumentare così il buzz. L’importante è essere attivi e partecipare alle conversazioni, se poi il profilo del Community Manager è autorevole ancora meglio!

Un consiglio non solo da parte di Marty ma anche nostro: per chi ha più profili sociali da gestire utilizzate Hootsuite una piattaforma per tenere sotto controllo i flussi e le Time Line dei vari profili.

Redazione Blastness